Architetti e ingegneri ritrovano nel materiale FRP il materiale composito in fibra ideale

 

Il materiale composito rinforzato in fibra di vetro (FRP) è:

  • leggero ed estremamente resistente, ha un alto allungamento a rottura
  • resistente alla corrosione di vento e maltempo, liquidi, liscivia e agenti chimici
  • realizzabile quasi in ogni forma immaginabile
  • un materiale altamente resistente
  • fedele alla sua forma anche sotto un grande carico

 

Peso leggero, buona plasmabilità, massima libertà di realizzazione. Questo rende il materiale composito FRP piuttosto interessante negli ambiti di applicazione dell’industria edile, così come nel settore dei trasporti e della mobilità (sito), edilizia del soprassuolo (sito), chimica e petrolifera (sito), così come nella costruzione di finestre e facciate (sito).

 

Tutto quello che si può fare con la fibra di vetro

I materiali rinforzati in fibra di vetro (materiali FRP) sono colloquialmente conosciuti sotto il nome di fibra di vetro. Chiunque abbia figli conosce il materiale termoindurente delle altalene e degli scivoli nei parchi giochi e fuori dalle piscine.

Ma il materiale composito in fibre può molto di più. È più leggero dell’acciaio e possiede solo il 25% della sua densità, ma allo stesso tempo è altrettanto solido. Attraverso il rafforzamento delle fibre, questo materiale è anche più robusto dei materiali normali. La resistenza meccanica del materiale composito in fibra è decisamente alta e mantiene un’alta resistenza anche alla corrente elettrica.

I materiali FRP possono essere lavorati in maniera eccezionale, realizzati in quasi ogni forma e di conseguenza lavorati con seghe, trapani, smerigliatrici o frese. Queste caratteristiche hanno fatto apprezzare la fibra di vetro non solo nel settore dell’industria automobilistica e aereonautica. Anche nell’industria edile i materiali compositi rinforzati in fibra stanno avanzando.

Sul campo il materiale FRP ha il vantaggio, rispetto all’acciaio, di essere resistente alla corrosione e perciò duraturo. Anche il trasporto di agenti chimici o generi alimentari è più sicuro in cisterne in materiale FRP che non in cisterne di acciaio. La produzione necessita di minor energia ed è a basso impatto ambientale. Il materiale FRP non ha problemi legati alla manutenzione ed è naturalmente anche riciclabile.

I prodotti FRP (sito) sono per esempio:

  • sistemi di pavimentazione resistenti al fuoco e grigliati (sito)
  • profili di porte e finestre (sito)
  • infissi (sito)
  • facciate (sito)
  • palancole (sito)
  • pale delle turbine eoliche
  • carrozzerie
  • modellismo
  • recipienti per la costruzione di impianti (sito)
  • Profili pultrusi e piccoli accessori (sito)

Con pultrusione (sito) si intende il continuo processo di lavorazione di materiali compositi come il materiale FRP. Il processo di estrusione della pultrusione si conosce dalla fusione dei metalli. Quando si tratta di materiali FRP, la pultrusione è un po’ più complessa: le fibre di vetro vengono tirate attraverso un bagno con resine termoindurenti, allo stesso tempo il materiale FRP viene guidato attraverso una matrice. Con il calore o l’irradiazione con luce UV la resina liquida si indurisce. Così nascono i profili che possiedono non solo vantaggi economici ma anche vantaggi predominanti nei confronti dei profili in acciaio e acciaio inossidabile.

 

Componenti dei materiali rinforzati in fibra di vetro (Materiali FRP)

Materiale sintetico: resina epossidica, resina di poliestere e poliammide, così come fibre di vetro/fibre continue corte o lunghe.

Quando si tratta di buona plasmabilità e assenza di manutenzione, si scelgono materiali costruttivi rinforzarti con fibre corte. Se si tratta di risparmio sul peso come nell’ambito delle costruzioni leggere – per esempio nell’industria aereonautica, nella costruzione di veicoli o nella costruzione navale, nella costruzione di ponti e impianti eolici – allora si punta su materiali costruttivi rafforzati in fibre continue.

Gli ambiti di applicazione dei materiali FRP sono in realtà poliedrici. I materiali compositi in fibra sono dei veri jolly nell’industria, nella produzione, nella costruzione e anche nel settore del tempo libero.

In maniera simile al legno, i materiali FRP si lasciano trasformare facilmente. Questi operano isolando, anche elettricamente, riducendo le difficoltà con la messa a terra.

Per una buona costruzione duratura l’FRP si adatta particolarmente bene. Anche a contatto con il calcestruzzo e liquidi di ogni tipo, con vento e maltempo, il materiale FRP si mostra più resistente dell’acciaio. È atossico. I profili e gli elementi costruttivi sono leggeri, addirittura più leggeri dell’alluminio, si lasciano muovere bene e sono perciò facilmente maneggiabili e inoltre particolarmente durevoli.

Non sono solo le ragioni economiche a rendere i materiali FRP interessanti. Conviene anche per il bene dell’ambiente conoscere più da vicino questi materiali compositi testati dal 1935.

 

 

Share
382 View